CARLO GUASCONI / EMILIANO MASALA

The event is expried

Venerdì 1 giugno, ore 20:30 | Teatro Vittoria

LA CORTE OSPITALE / PROXIMA RES / PREMIO RICCIONE
Essere bugiardo (75’)

di Carlo Guasconi
regia Emiliano Masala
con Mariangela Granelli, Carlo Guasconi, Massimiliano Speziani
scene Giuseppe Stellato
disegno luci Omar Scala
elaborazioni sonore Zeno Gabaglio
assistenti alla regia Marta Cagliani, Enrico Ravano
produzione La Corte Ospitale, Proxima Res e Premio Riccione
Testo vincitore dell’11° Premio Riccione Pier Vittorio Tondelli

 

Un padre, un figlio, una madre e una bugia che non basta più. Essere Bugiardo è una storia basata sul non aver più niente, se non ricordi e poca forza nell’affrontarli. Il Padre, protagonista dell’opera, sprofonda nella palude melmosa del dolore dato da mancanze famigliari, dal pentimento per parole non dette, da un passato che non svanisce e che lui non vuole assolutamente dimenticare. Seduto al tavolo della sua cucina, cercherà spiegazioni per ciò che è accaduto alla sua famiglia, dialogando con la moglie e con il figlio attraverso meccanismi da commedia del lutto, scavando nei loro trascorsi, confrontandosi con l’incapacità di avere un vero presente. I famigliari sono investiti dalle bugie di un uomo, diventato più figlio che padre, incapace di restare solo, che ricorre alla bugia per costruire una sua verità. I tre vivono in un tempo che li assorbe, le lancette dell’orologio vanno avanti e indietro nel tempo in questa cucina ferma come il Padre, bloccato sulla sua sedia dalla quale rivede la sua esistenza.
Essere bugiardi per proteggersi dal dolore? Si, ma non può e non deve bastare. Soprattutto se la sofferenza è tale da essere riconosciuta, accettata e forse giustificata anche da chi prova a mettersi nei panni di questo padre. Essere bugiardi come unico meccanismo per affrontare una realtà inaccettabile, non dunque, con lo scopo di raggiungere un fine specifico, ma solo perché mentire fa stare meglio rispetto a quanto racconta la verità.

 

EMILIANO MASALA. Laureato in Lettere moderne, si diploma nel 2003 alla Scuola del Teatro Stabile di Torino e nel 2006 partecipa al progetto Ecole des Maitres. Lavora in teatro tra gli altri con: Ronconi, Avogadro, Rifici, Latella, Ferlazzo Natoli, Binasco. Nel 2008 vince il Premio Ubu come Miglior Attore Rivelazione. Firma la sua prima regia nel 2009 con lo spettacolo Brugole vincitore del premio Nuove Sensibilità. Nel 2015 dirige lo spettacolo Fuorigioco ed è in scena nel il ruolo di Konstantin nel Gabbiano per la regia di Carmelo Rifici.

 

A father, a son, a mother and a lie that is no longer enough. Essere bugiardo is a story based on having nothing left but memories and strength in dealing with them. The Father drowns into pain because of family lack, because of unspoken words and for a past that does not fade and that he doesn’t want to forget. Sitting at his kitchen table, he will look for explanations about what happened to his family, talking with his wife and son through mourning comedy mechanisms, digging into their past, confronting the inability to have a real present. A father unable to be lonely, who uses lies to build his own truth. Can we be liars to protect ourselves from pain? Yes, but it shouldn’t be enough. Being a liar as the only solution to face reality. Lying makes you feel better than speaking the truth.

EMILIANO MASALA, degree in Modern Literature, he has graduated in 2003 at Scuola del Teatro Stabile in Turin and in 2006 he has taken part to Ecole des Maitres project. He works in theater among others with: Ronconi, Avogadro, Rifici, Latella, Ferlazzo Natoli, Binasco. In 2008 he won the Ubu Award for Best Actor Revelation. His first direction is in 2009 with the show Brugole, winner of the New Sensitivity Award. In 2015 he directed the show Fuorigioco, starring as Konstantin in Gabbiano directed by Carmelo Rifici.

CARLO GUASCONI was born in Codogno (LO) in 1989. He began his training with Francesca Mazza Ubu Prize at the Società Filodrammatica Piacentina. He studied at the Proxima Res School where he worked with directors like Carmelo Rifici, Lorenzo Loris and Omar Nedjari. He is an actor in Geppetto and Geppetto (2016) written and directed by Tindaro Granata, a show winner of the Ubu Prize for Best Drama Novelty, Hystrio Twister Award and the Enriquez Prize. As a playwright in 2015, he won the 11th Riccione – Pier Vittorio Tondelli Award with the text Be Bugiardo. In cinema he takes part to the last project of Ermanno Olmi Sono uno di voi- Il Cardinal Martini.

Event Detail

1 giugno 2018 20:30
1 giugno 2018 21:45