COMPAGNIA BERARDI / CASOLARI

Giovedì 31 maggio, ore 20:30 | Teatro Vittoria

COMPAGNIA BERARDI CASOLARI / TEATRO DELL’ELFO
Amleto take away (60’) prima nazionale


di e con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari
musiche di Davide Berardi e Bruno Galeone
luci Luca Diani
produzione Compagnia Berardi Casolari / Teatro dell’Elfo
con il sostegno di Emilia Romagna Teatro Fondazione, Festival di Armunia Castiglioncello, Comune di Rimini-Teatro Novelli
Si ringraziano César Brie, Eugenio Vaccaro, Il Teatro del segno di Cagliari, Sementerie artistiche di Crevalcore (BO)

 

Amleto take away è un affresco tragicomico che gioca sui paradossi, gli ossimori e le contraddizioni del nostro tempo che, da sempre, sono fonte d’ispirazione per il teatro ‘contro temporaneo’ di Berardi Casolari. Punto di partenza sono, ancora una volta, le parole, diventate simbolo più che significato, etichette più che spiegazioni, in un mondo dove tutto è rovesciato, capovolto, dove l’etica è una banca, le missioni sono di pace e la guerra è preventiva. Una riflessione ironica e amara che nasce dall’osservazione e dall’ascolto della realtà circostante, che ci attrae e ci spaventa. In questo percorso s’inserisce, un po’ per provocazione, un po’ per gioco meta-teatrale, l’Amleto di Shakespeare. Amleto, simbolo del dubbio e dell’insicurezza, icona del disagio e dell’inadeguatezza, è il personaggio ideale cui affidare il testimone di questa indagine. Ma l’Amleto di Berardi Casolari procede alla rovescia: preferisce fallire piuttosto che rinunciare, non si fa molte domande e decide di tuffarsi, di pancia, nelle cose anche quando sa che non gli porteranno nulla di buono. È consapevole ma perdente, un numero nove ma con la maglia dell’Inter portato alla follia dalla velocità, dalla virtualità e dalla pornografia di questa realtà. Amleto è in seria difficoltà circa il senso delle cose, travolto da una crisi così generalizzata e profonda che mette a repentaglio storie solide e consolidate come il suo rapporto d’amore con Ofelia e quello con il teatro. Apparire, apparire, apparire, bello, figo, number one e sentirsi finalmente invidiato. To be or fb, this is the question?

 

BERARDI CASOLARI. Nel 2001 Gianfranco Berardi, attore pugliese non vedente, lavorando nella produzione Viaggio di Pulcinella alla ricerca di Giuseppe Verdi di Marco Manchisi, incontra sulla scena l’attrice Gabriella Casolari, emiliana, con la quale inizia un percorso comune. Nel maggio 2008 la coppia di artisti fonda la Compagnia Berardi Casolari. La loro poetica appartiene a quell’area generalmente riconosciuta come teatro contemporaneo affondando le sue radici in quella corrente detta “nuova drammaturgia”. Berardi e Casolari fino a oggi hanno sempre messo in scena opere originali e hanno al proprio attivo due pubblicazioni: Viaggio per amore – dal Deficiente a Land Lover (Ubulibri, Milano 2010) e In fondo agli occhi (Editoria & Spettacolo, ottobre 2013). Il duo apulo-emiliano, il cui stile si muove fra il teatro tradizionale e un linguaggio più sperimentale e innovativo, definisce i propri lavori vere e proprie “tragicommedie”, in cui la miseria del vivere diventa spunto comico e la leggerezza veicolo per la riflessione. Tra le produzioni: La prima, la migliore, una produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione, spettacolo vincitore del premio Last seen 2017 della rivista klpteatro; In fondo agli occhi, con la regia di César Brie, Io provo a volare. Omaggio a Domenico Modugno, pluripremiato allo JoakimInterFest di Kragujévac (Belgrado, Serbia); Land Lover, spettacolo vincitore del Premio ETI – Nuove Creatività e del bando Principi Attivi dell’Assessorato alla Trasparenza e cittadinanza attiva della Regione Puglia; Briganti, spettacolo vincitore del Festival Internazionale di Lugano, sezione nuova drammaturgia nel 2005.

 

Amleto take away is a tragicomic tableau which plays on paradoxes, oxymorons and contradictions of our time, always sources of inspiration for Berardi Casolari theatre. Focus is on words becoming labels rather than explanations, in a world where everything is overturned, where ethical is a bank, missions are peaceful and war is preventive. This path includes Shakespeare’s Hamlet. But Berardi Casolari’s Hamlet prefers to fail rather than giving up. Looking cool, handsome, number one and feeling the envy. To be or fb, this is the question?

BERARDI CASOLARI In 2001, a blind actor, Gianfranco Berardi met the actress Gabriella Casolari during working on the production Viaggio di Pulcinella alla ricerca di Giuseppe Verdi by Marco Manchisi, with whom he began a common path. In May 2008 the couple of artists founded Compagnia Berardi Casolari. Their poetics is recognized as a contemporary theater. Berardi and Casolari have always staged original works such as: Viaggio per amore – dal Deficiente a Land Lover (Ubulibri, Milan 2010) and In fondo agli occhi (Publishing & Entertainment, October 2013). They define their own works as “tragicomedias”, in which the misery of life becomes comic. Among the productions: La prima, la migliore a production Emilia Romagna Theater Foundation, show winner of the Last seen 2017 award of the magazine klpteatro; In fondo agli occhi, under the direction of César Brie, Io provo a volare. Omaggio a Domenico Modugno, multi-award-winner at the JoakimInterFest in Kragujévac (Belgrade, Serbia); Land Lover, show winner of the ETI – New Creativity Award and of the Active Principles announcement of the Department of Transparency and active citizenship of the Puglia Region; Briganti, winner of the International Festival of Lugano, new dramaturgy section in 2005.

Event Detail

31 maggio 2018 20:30
31 maggio 2018 21:30