JAN FABRE

Sabato 25 maggio, ore 20:30 | Teatro Vittoria

JAN FABRE
THE  NIGHT WRITER. Giornale notturno (80’)

testo, scene e regia Jan Fabre
con Lino Musella
musica Stef Kamil Carlens
drammaturgia Miet Martens, Sigrid Bousset
traduzione Franco Paris
direzione tecnica Geert Van der Auwera,  Javier Delle Monache
fonico Marcello Abucci
direzione di produzione Gaia Silvestrini
produzione Troubleyn, Jan Fabre e Aldo Grompone & FOG Triennale Milano Performing Arts, LuganoInscena-LAC, Teatro Metastasio di Prato, TPE – Teatro Piemonte Europa, Marche Teatro, Teatro Stabile del Veneto
produzione esecutiva e distribuzione Aldo Miguel Grompone

 

Visionario e disarmante, THE NIGHT WRITER. Giornale Notturno è un canto alla personalità sovversiva e intrigante di Jan Fabre, artista visivo e regista teatrale tra i più innovativi della scena internazionale. I diari personali di Fabre – raccolti nei due volumi del ‘Giornale Notturno’, pubblicati in Italia da Cronopio – formano la base di un’autobiografia intima e provocatoria, interpretata in scena dall’attore Lino Musella. Un viaggio a colori forti, dai vent’anni del giovane di Anversa, sino alla maturità dell’artista oggi noto in tutto il mondo, che rivela come l’universo culturale di Fabre sia inscindibile dalla sua materialità. Il pubblico si trova travolto da un flusso di pensieri che attraversano la vita diurna, con il suo brusio di idee irresistibili e progetti ambiziosi, e quella notturna, in cui la creatività diventa furiosa e le riflessioni sulla vita, l’amore e il sesso sono intrise dell’energia sanguigna del corpo. THE NIGHT WRITER è un autoritratto dell’artista belga in cui «l’affermazione di una curiosità senza limiti e di un’inesauribile energia ruotano […] intorno al ruolo del corpo – come scrive Franco Paris – un corpo che è nel contempo spirituale e materiale, culturale e viscerale, sede del pensiero ma anche di sangue, urina, sperma, nucleo dell’eterno flusso di nascita-morte-rinascita. […]  Un ritratto al rosso profondo e coinvolgente».

 

JAN FABRE. È artista visivo, regista e autore teatrale, da quarant’anni tra le figure più innovative della scena internazionale. Le sue opere sono state presentate nelle più importanti rassegne internazionali, tra cui la Biennale di Venezia, la Biennale di Lione, la Biennale di San Paolo, dOCUMENTA a Kassel. È il primo artista a cui il Museo del Louvre dedica un’importante mostra monografica (L’ange de la metamorphose, 2008). Negli ultimi anni sono state allestite in Italia diverse personali dedicate alla sua opera: tra le più importanti ricordiamo quella di Palazzo Benzon di Venezia (Anthropology of a planet, 2007), del MAXXI di Roma (Jan Fabre. Stigmata, 2013) e quella realizzata nel centro storico di Firenze (Spiritual guards, 2016).

 

LINO MUSELLA. Premio Hystrio Anct 2015, ha lavorato tra gli altri con Antonio Latella, Mario Martone, Valter Malosti, Serena Sinigaglia; ha recitato nelle serie tv The Young Pope di Paolo Sorrentino e Gomorra. Dal 2009 anima, con Paolo Mazzarelli, la Compagnia Musella Mazzarelli, con la quale ha dato vita agli spettacoli Due Cani-ovvero la tragica farsa di Sacco e Vanzetti (2009), Figlidiunbruttodio (Premio In-box 2010), Crack Machine (2011), La Società-Tre atti di umana commedia (2012), Who’s the King (2018/19).

 

Event Detail

25 Maggio 2019 20:30
25 Maggio 2019 21:50