SCENA VERTICALE

The event is expried

Venerdì 1 giugno, ore 17:00 | Sala Varcasia

SCENA VERTICALE
Il diario di Adamo ed Eva (50’)

di Dario De Luca
liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Mark Twain
con Elisabetta Raimondi Lucchetti e Davide Fasano
spazio scenico, disegno luci e regia Dario De Luca
assistenza alla regia Gianluca Vetromilo
costumi e oggetti di scena Rita Zangari
elementi scenografici e puppet Angelo Gallo – Teatro della Maruca
audio e luci Vincenzo Parisi
organizzazione Rosy Chiaravalle
ufficio stampa Valeria Bonacci
distribuzione Radice di due
produzione Scena Verticale

Consigliato per bambini dagli 8 anni in su 

La guerra dei sessi è antica quanto l’umanità. Ed è quello che scopre Mark Twain traducendo il manoscritto originale – come lui racconta con il suo consueto senso dell’umorismo – dei diari di Adamo ed Eva.
Partendo da questa “storica” traduzione, racconteremo le inquietudini ed il modo di pensare dei primi due abitanti del pianeta, Adamo ed Eva, che cercheranno di intendersi nonostante le loro evidenti diversità. Trasformeremo una storia di costole, serpenti e mele in una dissertazione sulle relazioni tra uomo e donna usando le armi dello humor e del nonsense. Avremo accesso ai pensieri segreti del primo uomo e della prima donna, e constateremo con allegria che le relazioni tra i due sessi non sono poi così cambiate da quando Dio ha creato il nostro mondo. Sì, perché scopriremo che questa coppia dell’Eden non è molto diversa da qualsiasi altra coppia di oggi, che essa viva a New York, Parigi o Castrovillari. Tra mille discussioni e punti di vista agli antipodi, la coppia imparerà ad accettare e infine amare le diversità dell’altro e dopo 40 anni di vita in comune ci sarà spazio anche per la tenerezza e, di fronte alla tomba di Eva, Adamo confesserà: «Ovunque Lei fosse, quello era l’Eden».

 

DARIO DE LUCA. Regista, autore e attore nel 1992 fonda con Saverio La Ruina la compagnia Scena Verticale e dirige dal 1999 Primavera dei Teatri. Dal 2013, con la propria compagnia, è titolare della residenza teatrale Progetto More al teatro Morelli di Cosenza. Tra gli spettacoli: La Stanza della memoria (1996), de-viados (1998), Kitsch Hamlet (2006), U Tingiutu. un Aiace di Calabria (2009), Va pensiero che io ancora ti copro e spalle (2014). È fondatore e front man della Omissis Mini Òrchestra con la quale vince il Premio Musica contro le mafie 2012 con il brano musicale Il male minore. Da diversi anni rivolge particolare attenzione al mondo giovanile e a quello della disabilità con esperienze di didattica teatrale. Il suo ultimo lavoro, Il Vangelo secondo Antonio (La mongolfiera, 2018), è stato segnalato al Premio Fersen alla Drammaturgia 2017 e si è aggiudicato il Premio Tragos per il Teatro e la Drammaturgia 2017 come migliore regia.

 

The battle of the sexes is as old as humanity. That is what Mark Twain discovers by translating the original manuscript about Adam and Eve diaries, as he recounts with his usual sense of humor. Starting from that “historical” translation, we will tell concerns and the way of thinking of the first two inhabitants of the planet, Adam and Eve, who will try to understand each other despite their clear differences. We will turn a story of ribs, snakes and apples into a dissertation on the relationship between man and woman by using humor and nonsense. We’ll have access to the secret thoughts of the first man and the first woman, and we will joyfully see that the relationship between the two sexes has not changed so much since God created our world. We’ll find out that this couple of Eden is not very much different from any other couple of the present, even if they lives in New York, Paris or Castrovillari. Between a thousand arguments and opposite points of view, our couple will learn to accept and finally love each other’s differences and after 40 years of sharing there will be space for tenderness and, in front of Eve’s grave, Adam will admit: “Wherever she was, it was Eden.”

DARIO DE LUCA (director, author and actor) has founded in 1992, with Saverio La Ruina, the theatrical company Scena Verticale and since 1999 he’s directing Primavera dei Teatri festival. Since 2013, along with his company, he has been the owner of Progetto More at Morelli theatre in Cosenza. Among the shows: La Stanza della memoria (1996), de-viados (1998), Kitsch Hamlet (2006), U Tingiutu. un Aiace di Calabria (2009), Va pensiero che io ancora ti copro e spalle (2014). He is founder and front man of the Omissis Mini Òrchestra which he won the Music Against Mafia Prize in 2012 with, thanks to the song Il male minore. For several years he has paid particular attention to the world of youth and disability with theatrical teaching experiences. His latest work, Il Vangelo secondon Antonio (La mongolfiera, 2018), it has been recommended at the Fersen Prize 2017 for Dramaturgy and he was also awarded with Tragos Prize for Theater and Dramaturgy 2017 as best director.

Event Detail

1 giugno 2018 17:00
1 giugno 2018 17:50
Sala Varcasia