The event is expried

Lunedì 28 maggio,  ore 22:00 | Sala Varcasia

Attorno a un tavolo – piccoli fallimenti senza importanza (70’) prima nazionale
* prenotazione obbligatoria – max 30 spettatori

 

di Paola Berselli e Stefano Pasquini
regia Stefano Pasquini
con Paola Berselli, Maurizio Ferraresi e Stefano Pasquini
audio e luci Massimo Nardinocchi
scenografia e costumi Teatro delle Ariette
segreteria organizzativa Irene Bartolini
ufficio stampa e comunicazione Raffaella Ilari
produzione Teatro delle Ariette 2018

 

In uno spazio scenico condiviso, attorno ad un grande tavolo, tre attori lavorano per preparare una cena: raccontano piccole storie, piccoli fallimenti senza importanza, le inquietudini che attraversano il nostro presente. Lo fanno col sorriso, senza drammatizzare, piuttosto con la voglia di giocare. Tentano di ricreare, attorno a un tavolo, una comunità forse ancora possibile. In questo spettacolo ritornano i temi autobiografici del rapporto dell’uomo con le materie prime, interrogano il proprio passato e il futuro cercando una condivisione profonda tra attori e spettatori. La compagnia Teatro delle Ariette ha compiuto vent’anni, è uscito un libro che la racconta. Il loro spettacolo più famoso Teatro da mangiare? – ospite a Primavera dei Teatri nel 2001 – ha fatto già 1000 repliche. Nel 2017 il Deposito Attrezzi, costruito dalla compagnia diciassette anni fa in mezzo ai campi delle Ariette, è diventato ufficialmente un teatro. Per vent’anni hanno cercato un dialogo serrato con il teatro, tenendosi ai margini, in equilibrio sulla linea di confine che separa il teatro dalla vita. Hanno lottato con la “forma spettacolo” tentando di superarla, trasformando la loro vita nella prova infinita di uno spettacolo inimmaginabile. Oggi, attorno a un tavolo, il mondo gli è venuto incontro portandoli in un posto senza tempo né luogo. Adesso bisogna ricominciare da zero. Con la promessa di non celebrare, di non mentire. Con la voglia, lo spirito di vita dei bambini.

 

IL TEATRO DELLE ARIETTE.  Associazione culturale che produce, studia, organizza e promuove teatro, è nata nel 1996 grazie a Paola Berselli, Stefano Pasquini e Maurizio Ferraresi. Nel 2000 al festival Volterrateatro debutta con Teatro da mangiare? Il nome della compagnia è stato ereditato dal podere dove ha sede: Le Ariette (Castello di Serravalle, ora Valsamoggia, in provincia di Bologna). Nel 1997 la compagnia crea e realizza a Castello di Serravalle il progetto A Teatro Nelle Case che negli anni successivi si allarga ai Comuni di Bazzano e Monteveglio. Nell’estate del 1999, in mezzo ai campi delle Ariette, la compagnia costruisce, in totale autogestione e autofinanziamento, il Deposito Attrezzi, un edificio rurale per il teatro. Dal 2001 diventa compagnia teatrale professionista. Dal 2003 le attività dell’Associazione sono riconosciute e sostenute dalla Regione Emilia-Romagna e dalla Provincia di Bologna nel quadro della L. 13. Dal 2010 conduce le attività del Laboratorio Permanente di Pratica Teatrale. Dal 2015 cura la realizzazione del Progetto Territori Da Cucire. Nel 2017 il Deposito Attrezzi diventa ufficialmente un teatro.

 

On a shared scene, around a wide table, three actors are preparing dinner: they tell stories, talking about irrelevant failures and concerns of our present. They do it with a smile, no dramas. In this play, autobiographic themes regarding the connection between men and raw materials return, questioning their past and future, searching for a deep communion among actors and audience. Teatro delle Ariette turns 20.  Their most renowned show Teatro da mangiare? – starred in Primavera dei Teatri on 2001 – It has already encored 1000 performances. On 2017, the Deposito Attrezzi, built by the company seventeen years ago in the middle of the Ariettes’ fields, It has become officially a theatre. During 20 years they have searched for a borderline which separates theatre from life. They tried to turn their life into an endless performance. Today, around a table, the world meets the actors, taking them to a timeless limbo. Now we have to start over. With a promise of not celebrating, nor lying. With the will to live of children.

 

IL TEATRO DELLE ARIETTE is a Cultural Association – born in 1996 thanks to Paola Berselli, Stefano Pasquini and Maurizio Ferraresi, – who produces, studies, organises and promotes theatre. On the 2000 it has its debut at the Volterrateatro Festival with Teatro da mangiare? The company takes its name from the small farm where It’s located: le Ariette (Serravalle Manor, now Valsamoggia in the district of Bologna). In 1997 at Seravalle Manor, the company produces the project A Teatro Nelle Case which spreads, in the next years, to Bazzano and Monteveglio. During the summer of 1999, in the middle of the Ariette’s fields, the company builds the Deposito Attrezzi, a rural building for the theatre. From 2001 they become a professional theatrical company. From 2003 their work is recognised and supported by the Region of Emilia Romagna and the district of Bologna. From 2015 the company curates Territori Da Cucire project. On 2017 the Deposito Attrezzi becomes officially a theatre.

 

Event Detail

28 maggio 2018 22:00
28 maggio 2018 23:10
Sala Varcasia