TEATRO KOREJA / MICHELE SANTERAMO

The event is expried

Martedì 28 maggio, ore 20:30 | Teatro Vittoria

 

TEATRO KOREJA / MICHELE SANTERAMO

 

La ragione del terrore (60’) prima nazionale

 

uno spettacolo di Koreja
testo di Michele Santeramo
regia Salvatore Tramacere
con Michele Cipriani e Maria Rosaria Ponzetta
assistente alla regia Giulia Falzea
scene e luci Bruno Soriato
sonorizzazione Giorgio Distante
realizzazione scene Mario Daniele
tecnici Alessandro Cardinale e Mario Daniele
organizzazione e tournee Laura Scorrano e Georgia Tramacere

 

C’è un uomo che ha bisogno di farsi perdonare qualcosa, un fatto grave, qualcosa che lei, la donna, proprio non riesce a dimenticare. Per farlo, ha bisogno di raccontare quel che è successo a un pubblico, perché ciascuno tra i presenti comprenda la ragione del terrore. Sembra un destino connaturato all’uomo: si reagisce al male subito con il male, in una spirale che sembra essere senza soluzione. Lo spettacolo prova a ragionare su questi temi, per capire se esiste una ragione al terrore provocato, al dolore, alla violenza. Un racconto sull’apparente inevitabilità di certe conseguenze, perché ci sono storie che nella loro linearità sembrano semplici. E poi non bisogna stupirsi quando deflagrano, perché era prevedibile. Questo è un paesaggio fatto di grotte abitate da persone. È un racconto accaduto in Italia pochi decenni fa e non è ambientato nella preistoria. In posti come questo i sogni devono essere veri. E qui, sono rimasti solo i sogni a dare speranza alle giornate. Uno spettacolo che ragionando su questi temi tenta di trovarne una soluzione umana, profondamente umana: forse si chiama stanchezza, forse codardia, forse solo necessità di sottrarsi, di farsi da parte; c’è, forse, una maniera per scardinare ogni ragione del terrore.

 

 

TEATRO KOREJA. È una compagnia teatrale nata nel 1985 ad Aradeo (Le). Sin dagli esordi la compagnia è diretta da Salvatore Tramacere, attore e regista formatosi accanto a importanti personalità del teatro internazionale come Eugenio Barba, Iben Nagel Rasmussen, Cesar Brie, Silvia Ricciardelli e Pina Bausch. Sin dall’inizio Koreja svolge la sua attività proponendosi come centro di produzione, ricerca e promozione teatrale rivolta ad un vasto pubblico. Dal 1991 organizza, il cartellone teatrale della città di Lecce Strade Maestre, un progetto di promozione teatrale rivolto alle aree disagiate del Paese. Nel 1998 Koreja compra e ristruttura a proprie spese una ex fabbrica di mattoni, trasformandola in una casa del teatro e sede della compagnia: i Cantieri Teatrali Koreja a Lecce che nel 2015 vengono riconosciuti dal Ministero dei Beni Culturali come Centro di Produzione teatrale di sperimentazione e di teatro per l’infanzia e la gioventù, l’unico in Puglia. Dal 2017 il teatro ha un comitato scientifico composto da Eugenio Barba, Nicola Savarese e Franco Perrelli. Dal 2019 l’inventario dell’Archivio Koreja è stato immesso sul portale nazionale del MIBAC (SIUSA) ed consultabile on line.

 

 

There is a man who needs to be forgiven for something, a serious fact, something that she, the woman, just can not forget. To do so, he needs to tell what happened to an audience, so that each one of those present understands the reason for the terror. It seems like a destiny inherent in man: he reacts to the evil he has suffered with the evil, in a spiral that seems to be unresolved. The show tries to think about these issues, to understand if there is a reason to the terror caused, to the pain, to the violence. A story about the apparent inevitability of certain consequences, because there are stories that in their linearity seem simple. And then you should not be surprised when they deflagrate, because it was predictable. This is a landscape of caves inhabited by people. It is a story that happened in Italy a few decades ago and is not set in prehistory. In places like this, dreams must be true. And here, only dreams remain to give hope to the days. A spectacle that, thinking about these themes, tries to find a human solution, deeply human: perhaps it is called tiredness, perhaps cowardice, perhaps only the need to escape, to step aside; there is, perhaps, a way to unhinge any reason for terror.

 

 TEATRO KOREJA . It is a theatre company founded in 1985 in Aradeo (Le). Since the beginning, the company has been directed by Salvatore Tramacere, an actor and director trained alongside important personalities of international theater such as Eugenio Barba, Iben Nagel Rasmussen, Cesar Brie, Silvia Ricciardelli and Pina Bausch. Since the beginning Koreja has been working as a centre of production, research and theatrical promotion addressed to a wide audience. Since 1991 it has been organizing, the theatre billboard of the city of Lecce Strade Maestre, a theatrical promotion project aimed at the disadvantaged areas of the country. In 1998 Koreja bought and renovated at its own expense a former brick factory, transforming it into a theater house and headquarters of the company: the Koreja Theatre Yards in Lecce that in 2015 are recognized by the Ministry of Culture as a Production Centre for experimental theater and children’s theater and youth, the only one in Puglia. Since 2017 the theater has a scientific committee composed of Eugenio Barba, Nicola Savarese and Franco Perrelli. Since 2019 the inventory of the Koreja Archive has been placed on the national portal of MIBAC (SIUSA) and available online.

Event Detail

28 Maggio 2019 20:30
28 Maggio 2019 21:00

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.