• Details
  • Gallery
  • More
  • L’INCIDENTE – Io sono già stato morto

    Home  /  Spettacoli  /  Current Page
       mercoledì, 31 maggio , 2017
       19:00
       Spettacoli
    • TEATRO ROSSOSIMONA - L'INCIDENTE

L’INCIDENTE – Io sono già stato morto

Home  /  Spettacoli  /  Current Page

TEATRO ROSSOSIMONA - L'INCIDENTE

31 MAGGIO – ore 19:00 | Teatro Sybaris
FRANCESCO AIELLO / TEATRO ROSSOSIMONA
L’INCIDENTE – Io sono già stato morto (55′) – prima nazionale

drammaturgia, progetto luci e regia Francesco Aiello
con Giulia Pera, Francesco Rizzo, Gianluca Vetromilo
produzione Teatro RossoSimona
assistente alla regia Francesco Carchidi
ufficio stampa e organizzazione Franca Ferrami
grafica Alessandro Aiello
musiche originali Remo De Vico
costumi + taglia e cuci Merusca Staropoli
foto di scena Antonella Carchidi
tecnico di palcoscenico Luigi Piccinino
direzione di produzione Lindo Nudo

 

Stendere il braccio, farsi legare un laccio emostatico, vedere l’ago che entra nella vena e il sangue che riempie la boccettina. E, soprattutto, attendere i risultati. Per Francesco tutto questo è impossibile. Non vuole sapere nulla di cosa accade nel suo corpo. Ignorarlo vuol dire non affrontare il problema e questo gli basta. Anzi, non vuole saperne niente di dottori, ospedali, ambulatori, farmacie. E non perché la malattia non lo spaventi, basta sentire i sintomi di una qualsiasi patologia al telegiornale per mettere in allarme tutti e, prima di chiunque altro, la sua ragazza, Marta. Francesco è un ipocondriaco. A suo dire, però, non senza una ragione. Un imbarazzante incidente che lo ha visto coinvolto quando aveva tredici anni lo ha portato a coltivare i suoi timori. Quale sia stato l’incidente sono in pochi a saperlo. Le continue discussioni con Marta e con il fratello Lele lo portano a rievocare episodi del passato, in un serrato montaggio tra reale e onirico, passato e presente, ricordo e immaginazione. Lo spettatore assiste, così, al travaglio interiore del protagonista che dovrà prendere una decisione per gli altri banale ma che, per lui, diventa un bivio di fronte al quale potrebbe cambiare la sua vita: riempire o no in contenitore per le analisi delle urine.

FRANCESCO AIELLO inizia il suo percorso teatrale con la compagnia Libero Teatro, partecipando a molti spettacoli messi in scena dal regista Max Mazzotta. Nel 2013 ha la possibilità di essere diretto dal Eimuntas Nekrošius nel laboratorio/spettacolo Vita di Galileo di Brecht, andato in scena al teatro Olimpico di Vicenza. Firma anche alcune regie: Spari e dispari e La lezione di tennis scritti entrambi da Ciro Lenti e diretti a quattro mani con Paolo Mauro. Nel 2015 mette in scena un suo testo: Marcia, mangia e muori, storia di un soldato sul fronte della Prima Guerra Mondiale, pensato per gli studenti delle scuole superiori. Per il cinema lavora in Fiabeschi torna a casa di Max Mazzotta, Scale model di Fabrizio Nucci e Nicola Rovito. Vince il premio per miglior attore al concorso Brevi d’autore recitando nel cortometraggio Ecco sorride di Andrea Belcastro.

TEATRO ROSSOSIMONA compagnia riconosciuta dal Ministero per i Beni e le attività Culturali (Mibact), nasce nell’estate del 1998 fondato da un gruppo di attrici e attori in un laboratorio permanente sull’arte della recitazione, sotto la direzione artistica  dell’attore e regista Lindo Nudo. Rinnovamento della scena, sperimentazione di tecniche e stili, ricambio generazionale, sono gli elementi che caratterizzano il percorso artistico di Teatro Rossosimona. Tra le produzioni della compagnia È il momento dell’amore di Lindo Nudo (co-vincitore Premio Scenario 2001), Radio Argo e Ombretta Calco di Peppino Mazzotta, Edipo a Terzigno di Fortunato Cerlino.