ALLA LUCE DEI FATTI. FATTI DI LUCE

The event is expried

Da Giovedì 8 a Mercoledì 14 ottobre 2020 dalle 18:30 (ogni 30 minuti)  | Palazzo di Città, Cattedrale dei Sacri Cuori, Castello Aragonese, Ospedale, Palazzo Cappelli

 

Giovedì 8 ottobre h 18:30 | Castello Aragonese, Inaugurazione

 

TEATRO STUDIO KRYPTON

ALLA LUCE DEI FATTI. FATTI DI LUCE. Opera di teatro/architettura in cinque atti simultanei

di Giancarlo Cauteruccio
scenografo virtuale
Massimo Bevilacqua 
progettista ed elaboratore video mapping
Alessio Bianciardi 
musiche
Gianfranco De Franco

 

La città è il luogo della storia, della memoria, dell’istituzione, del culto, della formazione, della sanità, dell’istruzione, ma essa è anche luogo della bellezza, della conoscenza, della condivisione, della partecipazione. Alla Luce Dei Fatti – Fatti Di Luce. Il progetto di Giancarlo Cauteruccio, per Primavera dei Teatri 2020, propone un viaggio di percezioni rappresentato da alcune realtà architettoniche cittadine, che raccontino le particolarità più rappresentative del sistema urbano, non solo dal punto di vista estetico e storico ma anche sul piano delle funzioni che svolgono, specialmente in tempi così complessi. Un’immersione concreta nel tessuto urbano della città, per disegnare una nuova energia, una rinascita necessaria che vuole aprire le porte d’accesso al futuro. Questi luoghi saranno protagonisti di cinque atti teatrali simultanei, cinque grandi attori di luce nello scenario urbano, che recitano la propria storia, immersi nella grande scena che è la città. Alla luce dei fatti che il mondo sta drammaticamente vivendo, rispondiamo con Fatti di luce, assegnando alla luce una funzione rigenerante, sia sul piano estetico che culturale e spirituale. La realtà del presente necessita di una luce nuova, di nuove modalità di condivisione, di quella fondamentale riappropriazione degli spazi, delle relazioni delle narrazioni. La luce dell’arte è chiamata ancora una volta a illuminare, le strade del futuro. D’altra parte il teatro, espressione che coniuga tutte le arti, oggi più che mai, è chiamato a proiettarsi nello spazio pubblico, ridisegnando esso stesso le sue modalità linguistiche, drammaturgiche, sociali ed estetiche. Il teatro è, da tempo immemore, interprete delle condizioni esistenziali dell’umano può guidare gli uomini ad esercitarsi al dialogo con la natura e con la poesia, generando così una concreta consapevolezza e una nuova bellezza.

 

GIANCARLO CAUTERUCCIO. Regista, scenografo, autore, attore, formatosi da studi d’arte e di architettura è uno dei registi più innovativi della seconda avanguardia teatrale italiana, grazie alla sua specificità linguistica di ricerca e applicazione delle nuove tecnologie alle arti sceniche a partire dalla fine degli anni Settanta. Nel 1977 fonda a Firenze il gruppo Il Marchingegno, con cui opera fino al 1982. Nello stesso anno dà vita alla compagnia Krypton, oggi compresa fra le più accreditate compagnie italiane di teatro d’arte e di innovazione maggiormente riconosciute. Cauteruccio ha al suo attivo numerosissimi allestimenti registici e scenografici. Sue opere sono state ospitate al La Mama Theatre di New York, al teatro Mossoviet di Mosca, alla mostra d’arte internazionale Documenta di Kassel, al Festival di Zagabria, Oslo, Valencia, Berlino, a Linz per festival Ars Electronica, all’auditorium della Brucknerhaus, al Centre del Carme di Valencia; sue opere di video-teatro sono presenti negli archivi della Biennale di Venezia e della Triennale di Milano. Dal 1991 al 2015 Cauteruccio è stato Direttore Artistico del Teatro Studio di Scandicci (Firenze), facendone il punto di riferimento del teatro di innovazione e dei nuovi linguaggi dell’arte in Italia. Dal 2014 istituisce il Laboratorio sperimentale di Teatro/Architettura all’interno del DIDA – Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze ed è docente del Laboratorio di Scenografia dell’ABA-Accademia di Belle Arti di Perugia. Nominato nel 2016 Professore Accademico dall’Accademia delle Arti del Disegno, la più antica Accademia d’Europa che annovera fra i fondatori Michelangelo Buonarroti.

 

 

 

The city is the place of history, memory, establishment, worship, training, health, education, but it is also the place of beauty, knowledge, sharing, participation. Alla Luce Dei Fatti – Fatti Di Luce. (In the Light of the Facts – Facts of light) Giancarlo Cauteruccio’s project for Primavera dei Teatri 2020, offers a perception journey through some of the city’s architectural elements, which tell the urban system’s most particular features, not only from the aesthetic and historical points of view, but also looking at the functions they perform, especially in these complex times. A real dive into the urban weaving of the city, to draw a new vigor, a necessary renaissance for opening the doors to the future. These places will be the main characters of five simultaneous theatre acts, five great actors of light within the urban setting, which play their story on the big stage that is the city. In the light of the facts that the world is dramatically living, we answer with Facts of light, giving to the light a regenerative function, either on an aesthetic level, or on a cultural and spiritual one. The present reality calls for a new light, for new sharing methods, for that fundamental regaining of places, relationships and stories. The light of art once again is called upon to light the paths of the future. After all the theatre, which combines all the arts, nowadays is more than ever called upon to project in the public space, redefining its linguistic, dramaturgical, social and aesthetic modes. Since time immemorial, theatre is an interpreter of human existential conditions and it can bring men to be in a dialogue with nature and poetry, thus generating a concrete awareness and a new beauty.

 

GIANCARLO CAUTERUCCIO. Director, set designer, author, actor, educated in art and architecture, is one of the most innovative directors of the second Italian Theatrical Vanguard, because of his specific linguistic research and his use of new technologies in scenic design from the late 1970s onwards. In 1977 he founded the group Il Marchingegno in Firenze, with whom he worked until 1982. In the same year he founded the Krypton Company, today considered one of the most acknowledged Italian art theatre companies. Cauteruccio has created and directed a great number of theatre productions. His works has been exhibited at La Mama Theatre in New York, at the Mossoviet Theatre in Moscow, at the international Art exhibition “Documenta” in Kassel, at the Festivals of Zagreb, Oslo, Valencia and Berlin, at the Ars Electronica Festival in Linz, at the auditorium of the Brucknerhaus, at the Centre del Carme in Valencia. His video theatre works are in the archives of the Venice Biennale and the Milan Triennale. From 1991 to 2015 Cauteruccio has been the Artistic Director of the Teatro Studio in Scandicci (Firenze), transforming it into the reference point in Italy for innovation theatre and new art languages. In 2014 he founded the Experimental Laboratory of Theatre/Architecture in DIDA – Architecture Department of the University of Florence, and teaches at the Laboratory of Scenography of the ABA – Perugia Academy of Fine Arts. In 2016 he has been nominated Academic Professor Florence Academy of Fine Arts, the oldest Academy in Europe, which numbers among his founders Michelangelo Buonarroti.

Leave a reply

Event Detail

8 Ottobre 2020 18:00
14 Ottobre 2020 0:00

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.