CONFESSIONI DI SEI PERSONAGGI | CAROLINE BAGLIONI / MICHELANGELO BELLANI

Teatro
Ore 21:30 | Teatro Sybaris

CAROLINE BAGLIONI / MICHELANGELO BELLANI

CONFESSIONI DI SEI PERSONAGGI Prima nazionale (80’) 

ispirato ai sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello

di Caroline Baglioni, Michelangelo Bellani

con Caroline Baglioni, Stella Piccioni

luce Gianni Staropoli

cura del movimento Lucia Guarino

musiche originali Francesco Federici

collaborazione drammaturgica Alice Torriani

oggetti di scena Leonardo Baglioni

regia Michelangelo Bellani

produzione Atto Due/Fontemaggiore

con il contributo del Teatro Stabile dell’Umbria

 

residenze artistiche Teatro Thesorieri/Strabismi Festival, Spazio Zut! /C.U.R.A

 

Due attrici in scena, per sei personaggi. Il padre, la madre, la figlia/figliastra, il figlio, una bambina e un adolescente. Vogliono parlare di sé e di qualcosa che le abita. Raccontano storie della loro vita mescolate alle vite di altri, i sei personaggi Pirandelliani appunto, che, come una bibita gassata, premono per esplodere, uscire fuori, raccontarsi. Da dove escono quelle parole? Gli appartengono? Le hanno dentro e non possono controllarle. Confessano i dettagli, specificano le situazioni, sono personaggi, che vogliono cessare di esserlo; l’unico modo è svelare fatti inediti, impensati dall’autore, godere di vita propria, svincolarsi dalla storia che era scritta per loro e alla quale per troppo tempo sono rimasti aggrappati. Ma possono realmente farlo? Possono riuscire a trovare il fondo della verità, della propria autenticità, al di fuori della storia che li contiene? C’è una telecamera in scena, uno strumento lasciato in dotazione da qualcuno, chissà, che i personaggi accendono, usano, abbandonano. Dove sta la rappresentazione? Cosa mi sfugge? Lo spettatore vedrà costantemente ribaltate le sue aspettative perché i personaggi sono pieni di contraddizioni, emozioni contrastanti, ricordi confusi. Ognuno ha il suo punto di vista e vuole convincere chi guarda della sua verità. Ci troviamo in un sogno, in un incubo, in un teatro? Dentro una memoria? 

 

Baglioni /Bellani. L’incontro tra Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani avviene all’interno del gruppo di ricerca teatrale La società dello spettacolo di cui quest’ultimo dal 2007 è stato fondatore e co-direttore artistico. A seguito del monologo Gianni (Vincitore Premio Scenario per Ustica 2015, vincitore In-Box 2016, Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017) hanno dato vita a un nuovo progetto artistico nel quale è rilevante la collaborazione con l’artista luciaio Gianni Staropoli. Mio padre non è ancora nato, secondo elemento di una trilogia dedicata ai legami di sangue, è stato presentato in prima assoluta al Festival dei 2mondi di Spoleto 2018 ed è stato vincitore del bando Visionari al Kilowatt Festival 2019 e vincitore del Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2022. Il terzo elemento della trilogia Sempre Verde, ha debuttato nel giugno 2019 all’Asti Teatro Festival. Caroline Baglioni ha vinto il bando come miglior autrice under 40 alla Biennale di Venezia 2019 ed è stata finalista al premio Virginia Reiter come miglior attrice under 35.

 

 

 

TEATHRE

Time 10pm / Teatro Sybaris

CAROLINE BAGLIONI / MICHELANGELO BELLANI

CONFESSIONI DI SEI PERSONAGGI, national preview (80’)

inspired by “Sei personaggi in cerca d’autore” by Luigi Pirandello

by Caroline Baglioni, Michelangelo Bellani

with Caroline Baglioni, Stella Piccioni

lightsGianni Staropoli

movement curated by the Lucia Guarino

original music Francesco Federici

dramaturgical collaboration Alice Torriani

propsLeonardo Baglioni

directed by Michelangelo Bellani

production Atto Due / Fontemaggiore

with the contribution of Teatro Stabile dell’Umbria

artistic residences Thesorieri Theater / Strabismi Festival, Spazio Zut! / C.U.R.A

 

Two actresses on stage, for six characters. The father, the mother, the daughter / stepdaughter, the son, a girl and a teenager. They want to talk about themselves and about something that inhabits them. They tell stories of their lives mixed with the lives of others, the six Pirandellian characters, who, like a carbonated drink, press to explode, come out, tell each other. Where did those words come from? Do they belong to him? They have them inside and they can’t control them. They confess the details, they specify the situations, they are characters, who want to stop being so; the only way is to reveal unpublished facts, unthinkable by the author, enjoy a life of their own, free themselves from the story that was written for them and to which they have clung for too long. But can they, do it? Can they be able to find the basis of truth, of their own authenticity, outside the history that contains them? There is a camera on stage, a tool left with someone, who knows, that the characters turn on, use, abandon. Where is the representation? What am I missing? The viewer will constantly see his expectations reversed because the characters are full of contradictions, conflicting emotions, confused memories. Everyone has his point of view and wants to convince the viewer of the truth about him. Are we in a dream, in a nightmare, in a theatre? Inside a memory?

 

Baglioni / Bellani. The meeting between Caroline Baglioni and Michelangelo Bellani takes place within the theatre research group Lasocietà dello spettacolo, of which the latter has been the founder and artistic co-director since 2007. Following the monologue “Gianni” (Winner of Scenario Prize for Ustica 2015, Winner of In-Box 2016, Prize Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017) have given life to a new artistic project in which the collaboration with the artist Lucy Gianni Staropoli, “Mio padre non è ancora nato”, the second element of a trilogy dedicated to blood ties, premiered at the Festival dei 2mondi di Spoleto 2018 and winner of the Visionari call at Kilowatt Festival 2019 and winner of the Cervi – Teatro Museum Award for Memory 2022. The third element of the Semper Verde trilogy made its debut in June 2019 at the Asti Teatro Festival. Caroline Baglioni won the call for best under 40 authors at the 2019 Venice Biennale and was a finalist for the Virginia Reiter award as best under 35 actress.

Leave a reply

Event Detail

1 Ottobre 2022 21:30
1 Ottobre 2022 22:50
Teatro Sybaris, Castrovillari

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.