GIANLUCA VETROMILO / MAMMUT TEATRO

The event is expried

Sabato 10 ottobre, ore 18:00 | Accademia dei Saperi e dei Sapori (Ex Mattatoio)

PROGETTO EUROPE CONNECTION in collaborazione con Fabulamundi. Playwriting Europe

 

GIANLUCA VETROMILO / MAMMUT TEATRO
CORPO/ARENA 
primo studio (30’)

 

scritto da Joana Bértholo

regia Gianluca Vetromilo

con Mauro Failla, Riccardo Lanzarone e Francesco Rizzo

e con Annalaura Morciano

assistenza alla regia Armando Canzonieri

light designer e video mapping Mario Giordano

traduzione Francesca De Rosa con la supervisione di Vincenzo Arsillo

ufficio stampa Linee_relations

produzione Mammut Teatro, Primavera dei Teatri in collaborazione con Pav

si ringraziano Fernando F. Cimorelli e Gianni Cortese

 

Corpo/Arena è un trittico sulle sfide che il corpo contemporaneo deve affrontare. Il corpo come arena, come campo di combattimento nel quale si iscrivono le linee di forza e le tensioni di un’epoca: la nostra o quella di un futuro prossimo. I corpi, con i loro bisogni di nutrirsi e dormire, con la loro costante mutevolezza, lenta, che trasforma le possibilità in ricordi o in rimpianti. Mangiare, dormire, invecchiare. Tre arene, tre momenti della nostra esistenza biologica, creano uno specchio famelico del mondo che è e che verrà.

In scena un primo studio, uno dei tre frammenti: la prima fame. Cosa significa mangiare? In che modo il cibo è connesso all’immagine che abbiamo di noi stessi e al modo in cui ci sentiamo giudicati dagli altri? In un mondo in cui la staticità accompagna la rivoluzione digitale e il cibo è a portata di smartphone, può un delivery-man essere il nostro unico contatto con il mondo esterno?

 

Gianluca Vetromilo, attore, regista e artista di strada, si è formato, tra gli altri, con Eugenio Barba, Cesar Brie, Davide Iodice, Max Maccarinelli, Sergio Bini. Attivo sulle scene del Teatro di Strada sin dal ’99, è fondatore e direttore artistico, insieme a Marco Rialti, di Nuncepace – Artisti di Strada. La compagnia debutta in teatro con Mignimogni, spettacolo di clownerie. Nel 2007 debutta come attore al Festival Primavera dei Teatri e nel 2014 è protagonista del pluripremiato Patres prodotto da Scenari Visibili, compagnia con cui ha lavorato per 7 anni. Nel 2018 e nel 2019 è assistente alla regia di Dario De Luca rispettivamente per gli spettacoli Il diario di Adamo ed Eva e Lo Psicopompo (Ubu 2019 miglior progetto sonoro). Insieme ad Achille Iera e Armando Canzonieri fonda, nel 2018, Mammut Teatro, compagnia ideatrice della rassegna itinerante Matrioska, impegnata in diversi laboratori sul territorio lametino. La nostra ultima prima cena è il primo monologo scritto e diretto da Vetromilo.

 

Joana Bértholo, classe 1982, è una scrittrice e autrice teatrale che vive a Lisbona, dopo aver vissuto all’estero, in Europa e in Sud America. Ha conseguito una laurea in Graphic Design presso la Facoltà di Belle Arti di Lisbona e un dottorato in Studi culturali all’Universität Viadrina in Germania. La sua tesi è stata selezionata e pubblicata da Routledge Press. Ha pubblicato tre romanzi, due libri di racconti e un libro per bambini con Editorial Caminho, una delle case editrici portoghesi più prestigiose. Per il palcoscenico, ha iniziato occupandosi della drammaturgia per quattro creazioni della coreografa Madalena Victorino. Ha scritto nove brevi monologhi per un festival teatrale ambientato nei negozi centenari di Lisbona. Quarto Minguante è la sua prima opera. Corpo/Arena è il suo ultimo lavoro teatrale ancora mai andato in scena.

 

 

Corpo/Arena (Body/Arena) is a triptych on the challenges the contemporary body has to undertake. The body as an arena, as a battlefield on which are inscribed the lines of force and the anxieties of an age: our age or a near future. Bodies, with their need for nourishment and sleep, and with their constant and slow mutability, which transforms possibilities in memories or regrets. To eat, to sleep, to grow old. Three arenas, three moments of our biological existence, which create a ravenous mirror of the world that is and that will come after.

This early preview presents one of the three fragments of the play: the first hunger. What does it mean to eat? How food is connected to the image we have of ourselves and to the ways we feel judged by others? In a world in which inactivity goes hand in hand with digital revolution and food is always handy on a smartphone, can a delivery boy be our sole contact with the outside world?

 

Gianluca Vetromilo Actor, director and street artist, he has studied with Eugenio Barba, Cesar Brie, Davide Iodice, Max Maccarinelli and Sergio Bini. He started performing in Street Theatre in 1999 and with Marco Rialti founded and directed the company Nuncepace – Street Artists. The company debuted in theatre with Mignimogni, a clownery performance. In 2007 Vetromilo debuted as actor at the Primavera dei Teatri Festival and in 2014 he starred in the multi-awarded Patres, produced by Scenari Visibili, the company he worked with for seven years. In 2018 and 2019 was assistant director for Il diario di Adamo ed Eva and Lo Psicopompo (2019 Ubu Award for Best Sound Project), both directed by Dario De Luca. In 2018 with Achille Iera and Armando Canzonieri he founded Mammut Teatro, a company that organizes the travelling festival Matrioska, and works as a training company within its territory in Lamezia. La nostra ultima prima cena is the first monologue written and directed by Vetromilo.

 

Joana Bértholo born in 1982, is a novelist and a playwright based in Lisbon, after living abroad for many years, in Europe and South America. She holds a degree in Graphic Design (Lisbon’s Fine Arts Faculty) and a PhD in Cultural Studies (Universität Viadrina, in Germany). Her thesis was selected and published by Routledge Press. She has published three novels, two books of short stories and a children’s book with Editorial Caminho, one of the most prestigious Portuguese publishing houses. For the stage, she began writing the dramaturgy for four creations by the choreographer Madalena Victorino. She has written nine short monologues for a theatre festival set in Lisbon’s centenary shops. Quarto Minguante is her first play. Corpo/Arena (Body/Arena) is her last, yet to be staged, play.

Event Detail

10 Ottobre 2020 18:00
10 Ottobre 2020 19:00

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.