LOVE ME | MARINA OTERO / MARTIN FLORES CARDENAS

Teatro | Performance

Ore 19:00 | Teatro Politeama

MARINA OTERO (ARG)

LOVE ME (55’)

di Marina Otero e Martin Flores Cardenas

con Marina Otero

produttore Mariano de Mendonça

compagnia Marina Otero

produzione in Italia Carnezzeria srls

in collaborazione con Aldo Miguel Grompone, Roma e Timbre 4, Buenos Aires

 

*Nello spettacolo sono presenti scene di nudo e linguaggio esplicito. Si consiglia pertanto la visione a un pubblico di età superiore ai 16 anni

 

“Love me è la continuazione di Fuck me. Queste due versioni e le precedenti fanno parte del progetto Remember to Live, basato sulla costruzione di un’opera in continua evoluzione sulla mia vita e in cui io stessa sono il mio oggetto di indagine.  Ho scritto Love Me con un amico, Marín Flores Cárdenas. L’opera è stata creata in clandestinità, durante la pandemia, mentre i teatri e tutto il resto di Buenos Aires erano chiusi. Sì, Scopami e poi Amami. Prima scopami, poi parliamo d’amore. Il sesso è corpo. L’amore non è tanto il corpo quanto il tempo. O forse l’amore è un corpo che tiene il tempo. L’opera è un assolo che affronta la violenza che mi porto dentro. A sua volta, il testo viene riscritto per ogni rappresentazione. È uscito nel marzo 2022 a Buenos Aires come addio al Paese che ho lasciato da pochi mesi. La versione che viene presentata in ogni paese raccoglie le confessioni di uno straniero, di un fuggitivo. Noi migranti siamo assuefatti alla fuga. La nostra identità è il percorso che facciamo, perché il Paese che abbiamo lasciato non esiste più” (Marina Otero).

 

Marina Otero, regista, performer, autrice e insegnante, è nata a Buenos Aires. Attualmente risiede a Madrid. Crea il progetto Remember to Live, basato sulla costruzione di un’opera in continua evoluzione sulla propria vita. Andrea, Remembering 30 years to live 65 minutes, Fuck Me e Love Me fanno parte di questo progetto eterno che terminerà il giorno della sua morte. I suoi spettacoli sono stati presentati a Singapore, Svizzera, Sarajevo, Spagna, Italia, Francia, Paesi Bassi, Portogallo, Perù, Cile e Argentina. Con lo spettacolo Fuck Me ha vinto il premio del pubblico ZKB-Theater Spektakel 2021-Zürich. Con Remembering 30 years to live 65 minutes, ha vinto il premio per la migliore regia di danza alla Bienal de Arte Joven 2016 (Buenos Aires). Con 200 colpi di Jamón Serrano ottiene il premio Estrella de Mar (Mar del Plata). Come insegnante, coordina laboratori di creazione e seminari. Le sue proposte pedagogiche sono state accolte in Argentina, Francia, Perù e Spagna. 

 

Martín Flores Cárdenas, drammaturgo, regista e insegnante.  I suoi testi sono stati tradotti in diverse lingue e presentati in prima assoluta in Argentina, Brasile, Messico, Uruguay, Cile, Perù e Francia. È stato premiato per diverse opere dal World Theater Awards e nominato per i premi ACE, Florencio Sánchez e Trinidad Guevara.  Tra le sue opere più importanti si possono citare Cathedral, Whoever would have slept in this bed, Exactly under the sun, Armed Woman Sleeping Man, la sua versione di Otello commissionata dal Complesso Teatrale di Buenos Aires, Peace al Teatro Nazionale Cervantes, Then let’s dance e Then the night con Cecilia Roth. Collabora spesso al lavoro di altri artisti in diversi ambiti. Ha supervisionato il processo di scrittura di Fuck Me di Marina Otero. Con lei ha co-scritto e co-diretto il suo ultimo lavoro: Love Me, che quest’anno sarà in tournée in Francia, Italia, Svizzera e Spagna. Inoltre, ha appena pubblicato un nuovo testo: There is no band, dove oltre a dirigere, eccezionalmente, recita. È proprietario e direttore della sala Casa Teatro Estudio, a Buenos Aires, la città dove è nato e vive.

 

Foto in copertina di Nora Lezano

Leave a reply

Event Detail

28 Settembre 2022 19:00
28 Settembre 2022 19:55
Teatro Politeama, Catanzaro

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.