COMPAGNIA OYES

The event is expried

Sabato 10 ottobre, ore 20:00 | Castello Aragonese

 

COMPAGNIA OYES

VIVERE È UN’ALTRA COSA prima nazionale (80’)

 

ideazione e regia Stefano Cordella

drammaturgia collettiva

con Martina De Santis, Francesca Gemma, Francesco Meola, Dario Merlini, Umberto Terruso

aiuto regia e collaborazione alla drammaturgia Noemi Radice

sound design Gianluca Agostini

organizzazione Valeria Brizzi e Carolina Pedrizzetti

produzione Oyes – La Corte Ospitale con il sostegno di Teatro LaCucina/Olinda Onlus

 

La maggior parte della popolazione mondiale ha interrotto quello che stava facendo per contrastare la pandemia. Ci siamo ritrovati fermi, nelle nostre abitazioni, a fare i conti con quello che siamo e che abbiamo costruito. Per chi, come noi, non ha vissuto l’emergenza sanitaria in prima linea, è stata anche un’occasione per riconsiderare le proprie priorità e provare a mettersi in connessione più profonda con i propri desideri. Ma come è andata? Come stavamo prima e come stiamo adesso? Vivere è un’altra cosa è un racconto a cinque voci di questo tempo sospeso. Una condivisione delicata e autoironica di momenti quotidiani che hanno messo in discussione alcuni aspetti fondanti delle nostre identità. I cinque attori protagonisti si confrontano con temi universali come la famiglia, la solitudine, l’incertezza lavorativa, la paura di aver sprecato il tempo e altre inquietudini che questo isolamento ci ha lasciato.

 

Òyes nasce nel 2010 attorno ad un nucleo di attori diplomati all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Da subito la compagnia si distingue per la creazione di drammaturgie originali, sviluppate collettivamente attraverso scritture sceniche ed improvvisazioni. Il loro primo lavoro Effetto Lucifero (Premio Giovani Realtà del Teatro 2010) è finalista al premio Tondelli 2011 per la drammaturgia. Tra i loro lavori, Vania, Premio Giovani Realtà del Teatro 2015 e finalista a IN BOX 2017. Con il progetto T.R.E. – Teatro in Rete per Emergere, Òyes si aggiudica il bando f-Under35 per le imprese culturali. Nel 2017, con il debutto di Io non sono un gabbiano a Primavera dei Teatri, Òyes si conferma realtà emergente riconosciuta a livello nazionale da parte di critica, pubblico e operatori, rientrando per la seconda volta nella selezione di NEXT- laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo 2017/2018Schianto (menzione speciale Forever Young 2017-2018) apre una collaborazione con la Corte Ospitale per un dittico sul romanzo Oblomov di Goncarov: Vivere è un’altra cosa, in debutto a Primavera dei Teatri, e The Oblomov Show. Nel 2018 Oyes vince il Premio Hystrio Iceberg come migliore compagnia emergente italiana. È tra le cinque imprese di produzione under 35 riconosciute dal Mibac per il triennio 18-20 come destinatarie del FUS.

 

 

The most part of the world population has stopped what they were doing to fight against the pandemic. We have all found ourselves motionless, in our homes, trying to come to terms with who we are and what we’ve done so far. For many of us who were not on the front line during the health emergency, it has been an opportunity to rethink our priorities trying to deeply connect with our own heartfelt desires. But how did it go? How were we feeling and how are we feeling now? Vivere è un’altra cosa (Living is a different thing) is a five-voices story about this time of suspension. It’s a sharing of everyday life events that have called into question some fundamental aspects of our identities, in a delicate and self-deprecating tone. The five actors deal with some universal topics like the family, loneliness, job uncertainty, the fear of having wasted time and other anxieties that this isolation has given us.

 

Òyes Founded in 2010 by a group of actors who graduated from the Filodrammatici Academy in Milan. Right from the beginning the company has focused on creating new dramaturgies through improvisation and scenic writing. Their first work, Effetto Lucifero (2010 “Giovani Realtà del Teatro” Award) was a finalist at the 2011 Tondelli Playwriting Award. Their productions include: Vania, winner of the 2015 “Giovani Realtà del Teatro” Award and a finalist at the 2017 IN BOX. With the project “T.R.E. – Teatro in Rete per Emergere”, Òyes got the grant f-Under35 for cultural enterpises. In 2017, Io non sono un gabbiano premiered at the Primavera dei Teatri Festival and Òyes has proved to be an up-and-coming company approved by the national critics, the audience and the working artists, and were sponsored for the second time by NEXT – Laboratory of Ideas 2017/2018. With the production Schianto (special mention Forever Young 2017-2018), Òyes has started to collaborate with Corte Ospitale, and they are now working together on a diptych based on Oblomov by Goncarov: Vivere è un’altra cosa and The Oblomov Show. In 2018 Òyes wins the Hystrio Iceberg Award for Best Emerging Italian Company. It is one of the five under-35 production enterprises supported by Mibac for the three-years period 2018/2020.

Event Detail

10 Ottobre 2020 20:00
10 Ottobre 2020 21:00

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.