SONO SOLO NELLA STANZA ACCANTO | ECO DI FONDO / CATERPILLAR

Teatro

Ore 21:30 | Teatro Sybaris

ECO DI FONDO / CATERPILLAR

SONO SOLO NELLA STANZA ACCANTO (70’) 

regia Giacomo Ferraù

drammaturgia Tobia Rossi 

con Edoardo Barbone e Eugenio Fea

assistenti alla regia Ilaria Longo, Giulia Viana

realizzazione scene e disegno luci Giuliano Almerighi

paesaggi sonori Danilo Randazzo

organizzazione Elisa Binda

Coproduzione Eco di fondo / Caterpillar 

ringraziamenti Campo Teatrale e Teatro Elfo Puccini per l’ospitalità

 

Due adolescenti iniziano a sospettare che un loro compagno di gioco on line, assente da qualche giorno, sia il ragazzo suicida di cui parlano tutti i media.  Il dubbio fa precipitare i due ragazzi in un vortice da cui emergono solo confessando bugie, paure, desideri e segreti indicibili ma anche scoprendo un contatto più intimo e diretto con l’altro, pur non essendosi mai visti. Un racconto dolceamaro di crescita e scoperta di sé che riflette non solo sulla piaga sociale del bullismo, ma su ombre e contraddizioni del nostro presente. Lo spettacolo si ispira ad un fatto di cronaca italiano. Il 23 febbraio 2018 il diciassettenne Michele Ruffino si getta da un ponte nei pressi di Torino. Il ragazzo, affetto da una lieve disabilità fisica, veniva definito dai compagni di scuola ‘storpio’, ‘zoppo’, ‘sfigato’.

 

Eco di fondo nasce a Milano nel 2009 da Giacomo Ferraù e Giulia Viana, diplomati all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Tra i primi lavori Le rotaie della memoria (Premio A.N.P.I. Cultura 2008 Ovest Ticino) e una rilettura del Sogno di una notte di mezza estate (Primo premio di regia Fantasio Piccoli 2010 a Ferraù). La prima produzione di teatro ragazzi, Nato ieri è finalista al Premio Scenario Infanzia 2012. Tra i loro lavori O.Z., storia di un’emigrazione (2014); Orfeo ed Euridice, scritto e diretto da César Brie (Selezione Inbox 2014); La Sirenetta (2016, Selezione Inbox 2018); Pollicino (2018). Nel 2014 vincono il Premio Pradella per “La sensibilità di confrontarsi con il contemporaneo e di svolgere una continuativa ricerca su temi etico sociali”, metaforizzandoli attraverso miti, fiabe e la costruzione sensoriale di immagini dal potere evocativo e sentimentale. Tra i lavori più recenti Dedalo e Icaro (2019), coproduzione con Teatro dell’Elfo, vincitore del bando SIAE Sillumina. La notte di Antigone (2020, Selezione Inbox 2020), ispirato alla figura di Ilaria Cucchi. Del 2021 è Sono solo nella stanza accanto (Selezione Inbox 2022) e, per il teatro ragazzi, l’anteprima di Narciso. Giulia Viana è insignita del premio Mariangela Melato ed è candidata al premio Ivo Chiesa/Futuro della scena.

   

Caterpillar nasce nel 2018 dalla classe diplomata con medaglia d’oro all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. “Caterpillar”, in italiano “Bruco”, è un metodo di lavoro: lavorare con cura e determinazione dietro le quinte per spiccare il volo sul palcoscenico, partendo sempre dall’ensemble, dal gioco di squadra. Tra i loro lavori Fragile! (2018), di Tena Stivicic, diretto da Eugenio Fea – produzione Teatro Filodrammatici in collaborazione con Caterpillar; A braccia aperte, scritto e diretto da Daniele Vagnozzi (finalista a Testinscena, Inventaria 2019, Premio Scintille 2019 e alla Borsa Lavoro Alfonso Marietti). Altre produzioni sono: S/He scritto e diretto da Valentina Sichetti; Canta e Vinci scritto e diretto da Alessandro Savarese, testo finalista a Testinscena; Argonauti e Xanax scritto e diretto da Vagnozzi, progetto patrocinato dell’Ordine degli Psicologi in residenza al Teatro Filodrammatici.

 

Foto in copertina di Umberto Terruso

 

 

 

TEATHRE

Time 10pm / Teatro Sybaris

ECO DI FONDO / CATERPILLAR

SONO SOLO NELLA STANZA ACCANTO (70’)

directed by Giacomo Ferraù

dramaturgy Tobia Rossi

with Edoardo Barbone and Eugenio Fea

assistant director Ilaria Longo, Giulia Viana

creation of scenes and lighting design Giuliano Almerighi

soundscapes Danilo Randazzo

organization Elisa Binda

co-productionEco di fondo / Caterpillar

thanks to Campo Teatrale and Elfo Puccini Theatre for the hospitality

 

Two teenagers begin to suspect that their online playmate, who has been absent for a few days, is the suicidal boy all the media are talking about. Doubt plunges the two boys into a vortex from which they emerge only confessing lies, fears, desires and unspeakable secrets but also discovering a more intimate and direct contact with each other, even though they have never seen each other. A bittersweet tale of growth and self-discovery that reflects not only on the social scourge of bullying, but on the shadows and contradictions of our present. The show is inspired by an Italian news event. On 23 February 2018, 17-year-old Michele Ruffino throws himself from a bridge near Turin. The boy, suffering from a slight physical disability, was defined by his schoolmates as ‘crippled’, ‘lame’, ‘loser’.

 

Eco di fondo was born in Milan in 2009 by Giacomo Ferraù and Giulia Viana, both graduates from the Accademia dei Filodrammatici in Milan. Among their first works “Le rotaie della memoria” (A.N.P.I. Culture Award 2008 Ovest Ticino) and “Sogno di una note di mezza estate” (First prize for director Fantasio Piccoli 2010 in Ferraù). The first children’s theatre production, “Nato ieri” wins the Piuma Prize for Children. Among their works “O.Z., storia di un’emigrazione” (2014); “Orfeo ed Euridice”, written and directed by César Brie (Inbox Selection 2014); “La Sirenetta” (2016, Inbox Selection 2018); “Pollicino” (2018). In 2014 they won the Pradella Prize for “The sensitivity of dealing with the contemporary and carrying out ongoing research on ethical and social issues”. Among the most recent works, La notte di Antigone (2020), inspired by the figure of Ilaria Cucchi. In 2021, “Sono solo nella stanza accanto”, directed by Ferraù, co-production Eco di fondo / Caterpillar and, for the children’s theatre, Narciso. Giulia Viana is awarded the Mariangela Melato award and she is also a candidate for the Ivo Chiesa / Future of the scene award.

 

Caterpillar was born in 2018 from the class who graduated with a gold medal at the Accademia dei Filodrammatici in Milan. “Caterpillar”, in Italian “Bruco”, is a working method, a purpose: to work with care and determination behind the scenes to take flight on the stage, always starting from the ensemble, from teamwork, on and off the stage. Among their works Fragile! (2018), by Tena Stivicic, directed by Eugenio Fea – produced by Teatro Filodrammatici in collaboration with the Caterpillar Company -; “A braccia aperte”, written and directed by Daniele Vagnozzi (finalist at Testinscena, Inventaria 2019, Premio Scintille 2019 and at the Alfonso Marietti Labor Exchange). Other productions are: “S / He” written and directed by Valentina Sichetti and “Canta e vinci” written and directed by Alessandro Savarese, finalist text at Testinscena. It will soon debut with “Argonauti e Xanax” written and directed by Vagnozzi, a project sponsored by the Order of Psychologists in residence at the Teatro Filodrammatici.

 

Cover photo by Umberto Terruso

Leave a reply

Event Detail

4 Ottobre 2022 21:30
4 Ottobre 2022 22:40
Teatro Sybaris, Castrovillari

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.