SUTTA SCUPA

The event is expried

Sabato 1 giugno, ore 22:00 | Teatro Sybaris

 

SUTTA SCUPA

 

Miracolo (55’)

 

scritto e diretto da Giuseppe Massa
con Glory Arekekhuegbe, Gabriele Cicirello, Paolo Di Piazza
scene e costumi Mela Dell’Erba
luci Michele Ambrose
suono Giuseppe Rizzo
aiuto drammaturgo Giuseppe Tarantino
assistente alla regia Marco Leone
assistente alla produzione Elena Amato
ufficio stampa Vincenza Di Vita

 

Due fratelli (becchini precari) hanno il compito di seppellire un migrante, ma il cimitero della città è stracolmo. Da ciò scaturisce un agro divertissement in cui i due provano, senza riuscirci, a sbarazzarsi del corpo del defunto. Miracolo prende spunto dalle ondate migratorie che attraversano il Mediterraneo per investigare la progressiva disumanizzazione della nostra società. Lo spettacolo nasce dall’urgenza di analizzare questo processo di trasformazione mettendolo in relazione al concetto di santità. Questo dialogo/conflitto è dunque il fulcro del lavoro: santo vs umano; umano vs bestia; luce vs buio. San Lorenzo disse: “Mea nox obscurum non habet, sed omnia in luce clarescunt (La mia notte non conosce tenebre, tutto risplende di luce)”; lo spettacolo ha l’esigenza di aggiungere un umile punto interrogativo al pensiero del martire.

 

SUTTA SCUPA. La compagnia ha esordito con lo spettacolo omonimo nel 2006, piéce che attraversa prestigiose tra cui il Festival Premières di Strasburgo. Due momenti di Sutta Scupa vengono inseriti da Wim Wenders nel film The Palermo Shooting. Nel 2008 debutta Rintra ‘U Cùori (a Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti). Del 2011 è Nudo Ultras; successivamente la compagnia collabora insieme all’UTE alla produzione di Chi ha paura delle badanti che debutta alla Schauspielhaus di Graz (Premio “Miglior spettacolo” al festival del Museo Fratelli Cervi). Del 2014 sono: Richard III (straggi-luttu), Nel fuoco (a Noureddine Adnane e Scùossa. Nel 2016 presenta Sono venuto sull’onda rovesciata con delle perle sulla fronte. Nello stesso anno vince il bando “MigrArti” e, attraverso un laboratorio rivolto ai migranti, sviluppa dal punto di vista drammaturgico Nel fuoco. Nel 2017 collabora con l’associazione CO2 alla realizzazione di un laboratorio di drammaturgia coi detenuti del carcere minorile “Malaspina” che sfocia nello spettacolo Fìesta; produce Orli di Tino Caspanello per la regia di Giuseppe Massa. Del 2018 è Antigone Power, riscrittura dall’Antigone di Sofocle realizzata da Ubah Cristina Ali Farah per la regia di Giuseppe Massa. L’embrione di Miracolo nasce invece all’interno di Write 2016.

 

 

Two brothers (precarious gravediggers) have the task of burying a migrant, but the city cemetery is full. From this comes a sour divertissement in which the two try, without succeeding, to get rid of the body of the deceased. Miracle takes its cue from the waves of migration that cross the Mediterranean to investigate the progressive dehumanization of our society. The show is born from the urgency of analyzing this process of transformation by putting it in relation to the concept of holiness. This dialogue/conflict is therefore the fulcrum of the work: holy vs. human; human vs. beast; light vs. darkness. Saint Lawrence said: “Mea nox obscurum non habet, sed omnia in luce clarescunt (My night knows no darkness, everything shines with light)”; the performance needs to add a humble question mark to the martyr’s thought.

 

SUTTA SCUPA. The company debuted with the show of the same name in 2006, a piece that crosses prestigious including the Festival Premières in Strasbourg. Two moments of Sutta Scupa are included by Wim Wenders in the film The Palermo Shooting. In 2008 she made her debut in Rintra ‘U Cùori (to Nicola Sacco and Bartolomeo Vanzetti). In 2011 she was Nudo Ultras; later the company collaborated with UTE in the production of Chi ha paura delle caranti, which made its debut at the Schauspielhaus in Graz (Best Show Award at the festival of the Fratelli Cervi Museum). In 2014 they are: Richard III (straggi-luttu), Nel fuoco (a Noureddine Adnane and Scùossa. In 2016 he presents I came on an inverted wave with pearls on my forehead. In the same year he won the competition “MigrArti” and, through a workshop for migrants, he developed from a dramaturgical point of view Nel fuoco. In 2017 he collaborates with the association CO2 to the realization of a laboratory of dramaturgy with the inmates of the juvenile prison “Malaspina” which results in the show Fìesta; he produces Orli by Tino Caspanello directed by Giuseppe Massa. In 2018 it was Antigone Power, rewritten by Sophocles’ Antigone by Ubah Cristina Ali Farah and directed by Giuseppe Massa. The embryo of Miracle was born inside Write 2016.

Event Detail

1 Giugno 2019 22:00
1 Giugno 2019 22:55

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.